banner
banner

La Giunta regionale ha approvato una variante al Piano di Difesa della Costa dall’erosione, dagli effetti dei cambiamenti climatici e dagli inquinamenti. Un provvedimento che si è reso necessario per gli scenari in capo all’unità fisiografica 1  (foce del Tronto -porto di Giulianova),

3 (foce del Vomano-foce del Saline) e 9 (Punta Cavalluccio – Punta Penna) con particolare riferimento alle situazioni di interventi volti alla mitigazione delle criticità emergenti nei tratti di costa ricadenti in quelle specifiche unità fisiografiche e per l’eventuale istituzione del tavolo operativo tematico, organizzato per singola unità fisiografica attraverso il quale partecipare, condividere e comunicare i processi decisionali nell’ambito dell’attuazione del Piano di monitoraggio relativo al Piano di Difesa della Costa attivando, contestualmente, i processi di collaborazione con il mondo accademico universitario.

L’esecutivo, inoltre, in relazione all’Avviso pubblico relativo alla concessione di contributi ai Comuni per la realizzazione di opere di urbanizzazione, ha, inoltre, disposto l’ulteriore proroga dei termini per la conclusione dei progetti finanziati e la rendicontazione delle spese sostenute. Infatti, considerato il permanere delle difficoltà riscontrate dal mercato nell’approvvigionamento dei materiali a causa dell’aumento dei prezzi ed alla luce del recente aggiornamento del Prezzario regionale delle opere pubbliche, è stata disposta un’ulteriore proroga di sei mesi delle scadenze dei termini, per la conclusione dei progetti e per la rendicontazione delle spese sostenute, agli Enti beneficiari dei contributi concessi.

Via libera, poi, all’approvazione del bilancio di previsione 2022-2024 dell’Azienda per il Diritto agli Studi Universitari dell’Aquila, contenuto nella deliberazione del Consiglio di amministrazione dell’ADSU dell’Aquila.

Disco verde anche al controllo di legittimità della deliberazione del consiglio di amministrazione dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise Caporale di Teramo che ha adottato il bilancio d’esercizio 2021.

Ammontano a circa 3,5 milioni di euro le risorse a disposizione della Regione Abruzzo per la fornitura dei libri di testo per l’anno scolastico che si sta per aprire. Lo comunica l’assessore regionale all’Istruzione, Pietro Quaresimale. “Gli uffici hanno provveduto ad inserire nel bilancio regionale la somma – spiega l’assessore – e questo è un passaggio obbligato per avviare successivamente il trasferimento delle somme ai comuni che saranno chiamati ad inviare ai beneficiari delle sovvenzioni per il pagamento totale o parziale della spesa per libri di testo”. Il cittadino dovrà verificare nel proprio comune di residenza se nell’elenco dei beneficiari figura il proprio nome; a quel punto avrà diritto al rimborso totale o parziale della spesa sostenute per acquistare libri di testo. “Quest’anno – conclude Quaresimale – le risorse economiche destinate ai libri di testo sono aumentate di 1 milione di euro rispetto all’anno scolastico precedente. Pesa naturalmente l’aumento dell’inflazione e l’aumento del costo generale dei libri di testo, dettato dal contestuale aumento delle materie prime e di trasporto”.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com