banner
orfento

Domani 9 ottobre il Parco Nazionale della Maiella e il Reparto Carabinieri Biodiversità festeggeranno i primi 50 anni dall’istituzione della Riserva Naturale Statale “Valle dell’Orfento”, avvenuta con Decreto Ministeriale l’11 settembre 1971.
Un’iniziativa promossa dall’allora Corpo Forestale dello Stato che la fece una delle prime riserve naturali d’Italia, un’antesignana scommessa di conservazione della natura , 2606 ettari, uno dei canyon più selvaggi, suggestivi e ricchi di biodiversità dell’Abruzzo, nel comune di Caramanico Terme, che divennero poi il cuore del Parco Nazionale della Maiella.
La Celebrazione del Cinquantennale avverrà presso il Centro Studi “P. Barrasso” annesso alla Sede Scientifica del Parco a Caramanico Terme. locandina50orfentoLa giornata si aprirà alle 9.30 con i saluti del comandante del Reparto Carabinieri Biodiversità di Pescara, Ten. Col. Cristina Di Tommaso, del presidente del Parco Lucio Zazzara, e del sindaco di Caramanico Terme Luigi De Acetis. Si parlerà quindi di “Biodiversità della Valle dell’Orfento: storia delle ricerche scientifiche, valenza conservazionistica, contributi scientifici e gestionali”: dopo l’introduzione del direttore del Parco Luciano Di Martino, a parlare del “Progetto Lontra” sarà Mirko Di Marzio, del Reparto Carabinieri Biodiversità di Pescara; lo “Stato delle ricerche e della conservazione della fauna” sarà trattato da Antonio Antonucci, responsabile dell’Ufficio Monitoraggio e Conservazione della Fauna Selvatica.
Infine il responsabile dell’Ufficio Veterinario del Parco Simone Angelucci parlerà di “Wildlife Research Center: relazioni
nazionali e internazionali per la ricerca scientifica”. Alle 11 è in programma la tavola rotonda “La Riserva Naturale Statale Valle dell’Orfento: dall’esperienza antesignana di tutela al successo di conservazione e di valorizzazione nel Parco Nazionale della Maiella”. Introduce Cristina Di Tommaso su “Nascita della Riserva. Elementi giuridici e amministrativi”. Interverrà Giuseppe Di Croce, già Capo del Corpo Forestale dello Stato e primo presidente del Parco della Maiella. Seguiranno interventi e contributi degli attori che hanno collaborato alla storia della Riserva. Nel pomeriggio attenzione alle attività di divulgazione ed educazione ambientale con “La scuola dell’Orfento”, il racconto delle esperienze sul territorio in collaborazione con Majambiente.

Nell’ambito dell’organizzazione della manifestazione, verranno predisposte tutte le prescrizioni previste dal DPCM vigente,
per contenere la possibilità di contagio da COVID-19. Per gli ospiti saranno disponibili 120 posti a sedere suddivisi in 4 diversi ambienti. Una volta occupati tutti i posti a sedere non sarà consentito l’ingresso di ulteriori ospiti.
Per partecipare all’evento è necessario essere in possesso ed esibire il Green-Pass.
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Per continuare ad utilizzare il sito bisogna consentire i cookie maggiori info

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close