banner
banner

Venerdì sera, il 118 di Avezzano era stato allertato affinché soccorresse una donna di 79 anni nella sua abitazione e trasferita nel nosocomio marsicano dove, subito dopo, è deceduta. I medici hanno subito notato la presenza di diversi ematomi sul corpo e in particolar modo alla gola, ipotizzando in un primo momento una caduta. L’anziana, tuttavia, non era riuscita a dare una spiegazione alle lesioni riportate essendo deceduta nel giro di poco tempo. Alcuni degli ematomi potrebbero anche essere datati e non risalenti al giorno della morte. Il dubbio degli investigatori è quello che la donna sarebbe stata “vittima” nel tempo di aggressioni o botte, nel contesto familiare. Sono stati proprio i sanitari del pronto soccorso di Avezzano, che alla luce delle condizioni fisiche della 79enne, hanno allertato le forze dell’ordine, per cercare di capire se l’anziana sia stata vittima di maltrattamenti in famiglia. La Procura di Avezzano ha aperto un fascicolo e ha iscritto nella lista degli indagati il figlio della 79enne, disponendo l’autopsia della donna. La donna aveva vissuto a lungo in un centro antiviolenza prima di tornare a casa, dove, a quanto pare, ha ritrovato il ‘nemico’!

banner

Lascia un commento