banner
banner

La Asl Sulmona-Avezzano-L’Aquila in collaborazione con la Asl di Frosinone hanno patrocinato il Congresso nazionale che si terrà a Roma, il 26 settembre sul Controllo del dolore, rapido recupero dell’atleta senza abuso di farmaci e soprattutto il no doping. Saranno presentate le tecniche più innovative ecoguidate, utilizzate nell’ambito dell’anestesia-analgesia loco-regionale e nella terapia del dolore. L’obiettivo del congresso è proporre un confronto tra le varie esperienze lavorative di Specialisti in Medicina dello Sport, Terapia del Dolore, Fisiatri, Ortopedici, Radiologi, con un obiettivo principale e condiviso, cioè quello di raggiungere un buon controllo del dolore ed un rapido recupero dell’atleta e, al contempo, ridurre o eliminare l’eccessivo uso di farmaci e medicinali, soprattutto per scongiurare il problema doping. Grazie ai progressi tecnologici e alle conoscenze scientifiche e farmacologiche, negli ultimi decenni abbiamo assistito ad una vera e propria rivoluzione-innovazione nell’ambito delle moderne tecniche di anestesia-analgesia loco-regionale e terapia del dolore.
L’introduzione dell’ultrasonografia nella pratica clinica – sia essa utilizzata per diagnosi e/o trattamento del dolore muscolo-scheletrico dell’atleta – ha profondamente modificato l’approccio e le strategie terapeutiche, portando a risultati straordinari. L’applicazione delle radiofrequenze, unite alle nuove tecniche di trattamento del dolore muscolo-scheletrico in ecoguida sicure ed efficaci stanno guadagnando sempre più consensi tra gli addetti ai lavori. Tra gli organizzatori, il dottor Pierfrancesco Fusco dell’ospedale dell’Aquila che illustrerà i punti principali del I testo internazionale: “ULTRASOUND GUIDED NERVE BLOCKS OF THE TRUNK AND ABDOMINAL WALL”, alla cui stesura hanno contribuito i maggiori esperti del settore, sia italiani che internazionali. L’opera, presentata in anteprima a L’Aquila, rappresenta il primo testo in lingua inglese per queste tecniche innovative ed è espressione della scuola italiana di anestesia locoregionale e terapia del dolore. Ampio spazio verrà dato alle discussioni, ponendo al centro del dibattito scientifico il dolore muscolo-scheletrico dell’atleta e, soprattutto, mettendo a confronto le varie tecniche di terapia del dolore con approcci non farmacologici, con l’obiettivo di fornire ai partecipanti le conoscenze ed i percorsi necessari per una scelta ed applicazione oculata delle stesse nella loro pratica clinica.

Lascia un commento