banner
banner
banner

Per il cartellone della Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli”, domenica 4 dicembre andrà in scena all’Auditorium del Parco, con inizio alle ore 18, lo spettacolo “Intelletto d’amore (e altre bugie)”, un progetto del violoncellista Michele Marco Rossi nato dall’incontro con il celebre scrittore Andrea Camilleri. Costruito in occasione dell’anniversario dei 700 anni dalla morte di Dante, il progetto si basa sull’incontro avvenuto fra Andrea Camilleri, appena un mese prima della sua scomparsa, e Michele Marco Rossi per una conversazione e un confronto sui temi dell’Amore, indagato a partire dalla poetica dantesca per poi essere sviluppato in molteplici direzioni. La registrazione della conversazione, parte integrante del concerto, è a tutti gli effetti l’ultima testimonianza artistica e vocale esistente di Andrea Camilleri. La famiglia dello scrittore segue e sostiene attivamente il progetto. La guida del concerto è la stessa voce di Camilleri che si intreccia e si alterna alla voce del violoncello di Michele Marco Rossi e alle varie voci sonore che compongono lo spettacolo. Infatti, l’evento è articolato in quattro fasi, quattro manifestazioni estreme del sentimento amoroso, che sottolineano l’irrazionalità e il carattere indecifrabile dell’amore: Amore-Sacro, Amore-Sesso, Amore-Potere, Amore-Colpa. Per ogni fase è stato commissionato un pezzo a compositori contemporanei della scena internazionale: Matteo Franceschini, Noriko Baba, Vittorio Montalti, Pasquale Corrado. Completano il programma brani di musica antica e rinascimentale, ma anche “Sidun” di Fabrizio De André e la musica elettronica di Paolo Aralla che approfondisce il tema dell’amore nelle sue sfumature e contraddizioni. Il progetto è una coproduzione della stessa Società Aquilana dei Concerti “Barattelli” unitamente a: Accademia Filarmonica Romana, Associazione Appassionata Macerata, Fondazione Perugia Musica Classica, Unione Musicale Torino Onlus e la prima esecuzione assoluta avvenne a Borgia (CZ) il 18 agosto 2021 con repliche nelle principali istituzioni italiane a Roma, Lucca, Torino, Firenze ed altre. Un ritorno a L’Aquila, ospite della Barattelli, dove in altre coinvolgenti occasioni ha presentato suoi lavori, il poliedrico violoncellista Michele Marco Rossi (classe 1989) ma già affermato come uno degli interpreti italiani di maggior riferimento per la musica di oggi.

banner

Lascia un commento