banner
banner

Sono 400 i giurati attesi venerdì 24 maggio presso il teatro comunale di Popoli Terme per comunicare il proprio verdetto sui testi finalisti della XIX edizione del Premio Nazionale di Cultura “Benedetto Croce” di Pescasseroli. Un evento al quale, oltre alle giurie popolari composte da numerose scuole, due penitenziari di Sulmona e Pescara, tre università della terza età di Popoli Terme, Lanciano e Sulmona e da diverse associazioni, parteciperanno anche la presidente della giuria Dacia Maraini, il presidente dell’Associazione Italiana Editori Innocenzo Cipolletta, il presidente del CEPELL Centro per il libro e la lettura Adriano Monti Buzzetti Colella, i sindaci di Popoli Terme e Pescasseroli e il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri. Oltre al direttore di Area Imprese di IntesaSanpaolo Abruzzo, main sponsor dell’evento, Carmine Puglielli e la dirigente dell’istituto scolastico di Popoli Terme Patrizia Corazzini. Dopo due mesi dedicati alla lettura e al giudizio dei testi proposti dalla giuria presieduta da Dacia Maraini, i componenti delle 52 giurie popolari si esprimeranno su ciascuna delle tre sezioni del Premio. Il prossimo appuntamento è previsto per il 3 giugno quando la giuria ufficiale, tenendo conto delle indicazioni delle giurie popolari, sceglierà i vincitori della XIX Edizione del Premio Nazionale di Cultura Benedetto Croce che si concluderà a Pescasseroli nei giorni 25, 26 e 27 luglio.

Lascia un commento