banner
banner

L’impianto di atletica del Complesso sportivo “N. Serafini” martedì 18 giugno diventa un laboratorio scientifico della Fidal, attrezzato per i rilievi qualitativi dei migliori atleti abruzzesi e molisani. Saranno oltre 30 le giovani promesse che si sottoporranno ad una serie di test dove verranno evidenziate le capacità anaerobiche, di forza , di elasticità e di resistenza aerobica. I tecnici che la Fidal ha scelto per elaborare i test previsti sono prof. Marco Di Marco ( coordinatore) , Dott. Roberto Ragonese( tecnico referente velocità e ostacoli) , prof. Donato Chiavatti ( tecnico mezzofondo e fondo)e Dott.ssa Raffaella Prezioso (nutrizionista) . A loro è stato affidato l’importante compito di testare e catalogare in una specifica scheda le qualità e i valori ormonali di ogni atleta. Tra i convocati di questo progetto della Federazione, denominato “Piano sviluppo talento” ci sono anche quattro rappresentanti dell’ASD Amatori Atletica Serafini. Si tratta di Daniele Ottaviani ( prove multiple) ,Simone Ottaviani( 110 hs ), Matteo Di Felice ( velocità) e Lorenzo Sito (salto in alto). I quattro giovani sulmonesi saranno sottoposti ai test previsti dal programma e dai risultati ottenuti continueranno ad essere seguiti con periodicità dai tecnici della federazione.
Si tratta di un esperimento molto importante che il settore tecnico nazionale della Fidal ha programmato da quest’anno e che dovrebbe dare agli atleti convocati la necessaria possibilità di crescere e nel tempo raggiungere i migliori obiettivi, così come si è visto per altri giovani talenti Italiani che hanno partecipato nei giorni scorsi ai Campionati Europei di Roma.
Ovviamente la scelta di Sulmona per questo progetto, inorgoglisce la società Amatori Serafini in quanto deputata ad ospitare e collaborare con l’equipe tecnica, ma deve anche inorgoglire la città che, grazie al valore della pista realizzata sull’impianto del complesso “N. Serafini” ,è in grado di consentire alla FIDAL questa importante operazione.

Lascia un commento