banner
banner

SCANNO –  Scattano gli accertamenti del servizio veterinario Asl sul pastore tedesco di grossa taglia che l’altro giorno ha azzannato una bambina di 9 anni, originaria di Milano, in un agriturismo del borgo lacustre di Scanno. Dopo i primi rilievi effettuati, in seguito alla trasmissione del referto del pronto soccorso di Sulmona dove sono stati applicati ben 35 punti di sutura alla piccolina, l’azienda sanitaria sta monitorando l’esemplare con la fase dell’osservazione sanitaria che durerà all’incirca dieci giorni.  I veterinari vogliono accertare se il cane risulta affetto dalla rabbia. In caso di esito positivo, alla bimba dovrà essere somministrato il relativo vaccino.  Nei prossimi giorni la Asl effetterà un nuovo sopralluogo nell’agriturismo dove è avvenuto il fatto mentre un esperto indagherà sulle cause che hanno scatenato l’aggressione visto che il pastore tedesco è un animale solitamente rispettoso dell’essere umano. Da una prima ricostruzione sembrerebbe che la piccola si sia avvicinata all’esemplare prima di essere morsa. Poi la corsa in ospedale dove è stata medicata. Tanto spavento da parte di sanitari e familiari. Le sue condizioni non desterebbero preoccupazione. I Carabinieri della compagnia di Castel Di Sangro stanno aspettando le risultanze degli esami Asl per avviare l’attività d’indagine poichè la prognosi della malcapitata bimba supera i 20 giorni. (a.d’.a.)

 

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com