banner
banner
banner

POPOLI – Arriva il bonus Natale per i dipendenti dello stabilimento Gran Guizza di Popoli. L’azienda San Benedetto ha deciso di assegnare a operai e impiegati che lavorano nello stabilimento di acque minerali un bonus di 500 euro. Un riconoscimento alle maestranze che l’azienda di Scorzé ha voluto assegnare dopo essersi aggiudicata il “Global Kaizen Award 2022”, prima italiana a ricevere il riconoscimento internazionale rilasciato dal Kaizen Institute che si occupa della diffusione della cultura Kaizen nel mondo e ogni anno mira a riconoscere le aziende leader nell’applicazione di questo metodo, teso al continuo miglioramento dei processi aziendali nell’ottica del valore per il cliente. A dare l’annuncio ai dipendenti il direttore delle risorse umane Relmi Rizzato: “Su indicazione del presidente, per ringraziare i collaboratori del Gruppo San Benedetto per l’impegno e la flessibilità dimostrati nell’affrontare la complessità della stagione 2022 e la partecipazione alle iniziative di miglioramento continuo che hanno portato al riconoscimento del Global Kaizen Award – recita il comunicato dell’azienda – sarà erogato un bonus di euro 500 da utilizzare mediante la piattaforma welfare di AON nel mese di dicembre. Il bonus sarà accreditato il 6 dicembre e potrà essere utilizzato entro il 20 dicembre trasformandolo in voucher per l’acquisto di prodotti per la spesa quotidiana, acquisti online, rimborso bollette energetiche e acquisto carburanti. Il bonus non utilizzato entro il 20 dicembre sarà automaticamente trasformato in buono carburanti”. Soddisfatti i sindacati. “Apprezziamo molto l’iniziativa bonus welfare del gruppo San Benedetto. Questa iniziativa segue quella di Coca Cola di ottobre. Importante per lavoratrici e lavoratori dello stabilimento di Popoli” afferma il segretario generale Fai Cisl Abruzzo e Molise, Franco Pescara – Le aziende che riconoscono che i lavoratori sono risorse importanti e non costi, che le buone relazioni sindacali aiutano e non sono un ostacolo, dovrebbero convincere quelle rimaste indietro nelle relazioni a cambiare metodo”.

banner

Lascia un commento