banner
banner

SULMONA – Cento persone di otto associazioni solo scese in piazza nel pomeriggio, a Sulmona, per la fiaccolata della pace. Una lunga sfilata, dalla Fontana del Vecchio a pizza Carlo Tresca, nel giorno del secondo anniversario dell’invasione russa in Ucraina. A guidare il corteo un grande striscione con scritto “cessate il fuoco”. Fiaccolate accese, silenzio e cartelli contro la guerra hanno segnato la fiaccolata che, come spiegano gli organizzatori del tavolo per la pace, ha voluto lanciare un segnale concreto nella quotidianità. “Il rifiuto della guerra come strumento di risoluzione dei conflitti, che mette a repentaglio la vita di milioni di persone e la sopravvivenza del pianeta. Il comunicato stampa del Tavolo della Pace denuncia la logica distruttiva che alimenta l’industria e il commercio immorale di armamenti, e che ha portato a situazioni drammatiche in diverse aree del mondo, come l’Ucraina, la Siria, l’Africa e il Medio Oriente”- rimarcano in coro i manifestanti

Lascia un commento