banner
banner

“Dispiace notare che il primo atto esterno della nuova amministrazione di Pacentro sia stata l’adesione ad un comunicato stampa a direzione civica”. Così Rinnovamento, il gruppo dell’ex sindaco, Guido Angelilli, che contesta la prima scelta adottata dalla neonata amministrazione comunale. Secondo Angelilli “bene avrebbe fatto il sindaco ad astenersi e a prendere coscienza dello stato delle cose in Cogesa prima di fare una simile scelta, che conferma purtroppo tutti i nostri timori. Ricordiamo infatti che i firmatari del documento sono gli stessi sindaci che hanno avallato tutte le scelte gestionali che hanno ridotto il Cogesa nello stato in cui ora è, conducendolo sull’orlo del fallimento con immediate conseguenze per le tasche dei cittadini e per i bilanci dei comuni soci, costretti a bloccare gran parte delle risorse disponibili. Per non parlare poi della decisione, presa da parte di questi stessi sindaci, di eliminare il ristoro ambientale proprio a Pacentro e Sulmona. Ristoro dovuto in base ad un principio di civiltà: chi inquina paga. Con questa scelta dunque, il sindaco di Pacentro decide di fatto di schierarsi dalla parte di chi non solo ha affossato una azienda che avrebbe dovuto rappresentare un fiore all’occhiello dell’intero territorio peligno, ma ha anche creato un danno economico al nostro stesso comune e ai pacentrani. Si spera tuttavia che ci sia una presa d’atto delle responsabilità e che i prossimi provvedimenti vadano nella direzione del risanamento economico-finanziario e della tutela della salute pubblica, secondo quanto auspicato dalla precedente amministrazione”- conclude Rinnovamento.

Lascia un commento