banner
banner

SULMONA – Nell’atto di nomina “non si fa alcun riferimento, come in passato, alla nomina temporanea dei sei mesi nelle more dell’espletamento del concorso”, in spregio alle indicazioni richieste dal Comune e ricevute da Regione Abruzzo. Ad incalzare il sindaco, Gianfranco Di Piero, sono i consiglieri comunali di Fratelli d’Italia, Vittorio Masci e Salvatore Zavarella, che tornano all’attacco sul Comando di Polizia Locale, trascorsi più di sei mesi dall’interrogazione depositata dalla minoranza consiliare a Palazzo. Zavarella e Di Masci contestano al sindaco di aver conferito incarico di Comandante a Massimiliano Giancaterino, senza attivare nell’immediato le “procedure concorsuali per la nomina di un Comandante o dirigente dell’Ufficio come previsto dalla legge”. Inoltre i consiglieri chiedeno conto sull’adozione del regolamento di Polizia Locale e sulle iniziative tese a potenziare l’organico. “Vogliamo sapere che indirizzo intende dare il sindaco al riguardo. Se optare per un nuovo concorso ai fini delle assunzioni o attingere da graduatoria esistente. Su questa tema è calato solo il silenzio. Per questo è il caso che il primo cittadino fornisca tutte le risposte del caso. È finito il tempo del si si “- concludono Masci Zavarella.

Lascia un commento