banner
sequenza-09-00_00_44_20-immagine001

SULMONA –  L’importanza di utilizzare la vitamina D nei piani terapeutici e il controllo dei cinque parametri da parte dei medici di medicina generale per evitare obesità e sindrome metabolica. Un tema importante che viene affrontato ai nostri microfoni dall’endocrinologo, Massimo D’Angelo, che parla dei “pazienti dimenticati” durante la pandemia, ovvero dei diabetici che più degli altri sono esposti a un forte rischio dopo per l’infezione da Coronavirus. Una categoria che subisce l’effetto del sistema organizzativo sanitario, dentro e fuori l’ospedale, che ha sicuramente risentito dello stop delle prestazioni non urgenti, almeno per un determinato arco temporale. Secondo D’Angelo assai importante è la cultura della prevenzione, da parte dei medici di base, che attraverso il database e il trascorso clinico del paziente devono monitorare quei fattori che portano all’alterazione metabolica. Ma in caso di contagio da Covid che tipo di piano terapeutico devono seguire i pazienti? Il vaccino ha un effetto su questa categoria? Chi li segue e che li controlla? Ne parliamo con l’esperto endrocrinologo (intervista integrale nel link allegato). a.d’.a.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Per continuare ad utilizzare il sito bisogna consentire i cookie maggiori info

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close