banner
banner

SULMONA – Più di 15 milioni di euro per la vibilità e oltre 2 milioni per le scuole. A tirare le somme sugli interventi svolti dalla Provinca sul territorio è il consigliere provinciale, Andrea Ramunno, che chiude la sua esperienza dopo la celebrazione dell’ultima assise. Un lungo elenco di interventi e finanziamenti con il “rammarico” del De Nino-Morandi che si avvia a spegnere la sua settima candelina dalla chiusura senza vie d’uscita. Almeno non in tempi brevi. “Ho il rammarico di non veder partire i lavori dell’istituto De Nino-Morandi dopo che in questi 2 anni ho seguito settimana dopo settimana i lavori del progettista e Provveditorato alle Opere Pubbliche. È stato convocato il Comitato Tecnico Amministrativo e si andrà a gara a breve”- spiega Ramunno. I tempi continuano ad essere incerti per la popolazione scolastica che riprenderà l’anno scolastico, per il settimo anno di fila, a Pratola. Sull’edilizia scolastica,  tra adeguamenti anticovid e antincendio, oltre all’efficientamento energetico dei due istituti sulmonesi “Vico” e “Mazara”, sono stati erogati circa 2 milioni di euro per le scuole peligne. 10 milioni  di euro sono stati invece stanziati per il rifacimento dell’asfalto sulla strada Frentana, la Morronese nei tratti di Badia e Fonte d’Amore, e le strade provinciali di Introdacqua, Cavate, Torrone, Vallecorvo, Bugnara, Passo San Leonardo, Scanno e Cocullo. Altri 5 milioni sono stati programmati per il prossimo anno. (a.d’.a.)

Lascia un commento

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com