banner
banner

SULMONA – 12 squadre provenienti da tutto l’Abruzzo dibattono in un incontro amichevole su mozioni di attualità. Dall’arte alla libertà di formazione passando per la democrazia. Sono stati questi i temi al centro del Debate Day regionale, organizzato dal Polo Liceale Ovidio, istituto capofila regionale per il Debate inserito in una rete di 31 scuole. Il debate, metodologia inserita tra le Avanguardie Educative ,nata in Inghilterra come disciplina vera e propria di studio, si è diffusa a livello mondiale tanto che oggi si organizzano competizioni internazionali alle quali partecipano migliaia di scuole. L’arte del dibattere insegna a ricercare e a selezionare le fonti, sviluppa il pensiero critico e le competenze comunicative, promuove l’autostima, abitua a sostenere le proprie argomentazioni e ad essere cittadini consapevoli e informati. E per gli studenti provenienti da Pescara, Chieti, Castel Di Sangro, Penne e molti altri luoghi, oggi è stato il giorno della sfida per la dialettica. Su diversi temi si sono affrontati i partecipanti divisi per squadre. Ognuno ha dovuto argomentare una tesi, perorare la propria causa argomentando un discorso e rispettando le buone regole del dialogo. Il tutto sotto la supervisione dei docenti e dei giudici, guidati da Mariolina Boschiero, docente del Polo “Ovidio” referente del progetto. Solo nello scorso anno l’istituto ha organizzato sei corsi di formazione in tutta la Regione, disponendo di docenti formatori chiamati anche da altre regioni per la diffusione del Debate.

Andrea D’Aurelio

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com