banner
banner

SULMONA – Scatta la protesta di residenti e commercianti di via Dorrucci, a Sulmona, per il posizionamento dei dissuasori sul lato destro della strada, disposto dalla determina dirigenziale emessa nelle scorse settimaea da Palazzo San Francesco. Una scelta, quella del Comune, che ha colto di sorpresa gli abitanti della zona e i commercianti dei negozi di prossimità, quelli che in tempo di pandemia hanno garantito i servizi essenziali e che ora risultano i più penalizzati. “Chiudendo la strada con i dissuasori non solo non è consentita la sosta ma nemmeno la fermata con ovvie conseguenze per i soggetti fragili e per il carico e scarico merci che, per forza di cosa, non può avvenire in piazza Garibaldi”- spiegano gli assidui frequentatori che molto probabilmente nei prossimi giorni si presenteranno in Municipio per far sentire le proprie ragioni. “Nessuno ci ha messo al corrente della situazione nè ci ha consultato in via preventiva. Non si può ripensare il centro storico a tutto svantaggio della residenzialità e dei negozi di quartiere. Esistono i controlli per debellare la sosta selvaggia”- tuonano ancora residenti e commercianti. Insomma in via Dorrucci c’è aria di protesta tenendo conto che proprio ieri, giorno di mercato, diverse auto sono rimaste in sosta selvaggia nella traversa della piazza.

Lascia un commento