banner
banner

SULMONA. Organizzano una festa con i fuochi d’artificio ma i residenti, infastiditi, chiamano i carabinieri. E’ accaduto nella notte tra venerdì e sabato, in ristorante che si trova in una frazione della città di Sulmona. Gli invitati, dopo aver festeggiato per l’intera serata un neo diciottenne, si sono goduti lo spettacolo dei fuochi, tutti con il naso all’insù. Dopo gli applausi per lo spettacolo pirotecnico, ciliegina sulla torta per la festa in grande stile, sul posto è arrivata la pattuglia dei carabinieri della compagnia di Sulmona. I militari hanno chiesto spiegazioni ai titolari dell’attività ma anche agli organizzatori dell’evento. “Abbiamo fatto il 112 perchè quei fuochi si sono prolungati per venti minuti. Uno spettacolo che sarà pure bello ma comunque disturba il riposo delle persone e spaventa i nostri animali. Per non parlare poi del pericolo incendi”- spiegano alcuni abitanti della zona. Proprio nei giorni scorsi il sindaco della città, Gianfranco Di Piero, aveva adottato apposita ordinanza, valida su tutto il territorio comunale. I carabinieri, dopo aver raccolto le testimonianze delle persone presenti nella festa, stanno verificando se si configura o meno la violazione del provvedimento, che comporta una sanzione amministrativa da 25 a 500 euro. Il rischio incendi rimane alto in questo periodo tanto che le forze dell’ordine hanno intensificato i controlli. L’ordinanza del sindaco, tra le altre cose, “vieta su tutto il territorio comunale l’accensione di fuochi con qualsiasi finalità, l’uso di apparecchiature a fiamma libera e/o elettrici che producano faville, l’esercizio di attività pirotecniche e l’accensione di fuochi d’artificio, con l’esclusione delle attività relative a manifestazioni civili e religiose”.

Lascia un commento