banner
banner

SULMONA – L’aggressione ai danni del 17 enne di Sulmona riaccende i riflettori sui giardini del parcheggio di Santa Chiara che- a detta dei residenti della zona- restano in balia del degrado e dell’incuria. I problemi e le criticità sono quelle segnalate due anni fa agli organi preposti. Gli abitanti della zona fanno riferimento alla circolazione dei cani senza guinzaglio e dei loro padroni che ignorano la segnaletica vigente. L’ ascensore risulta ancora non funzionante, problema sollevato sugli scanni di Palazzo San Francesco nella passata amministrazione comunale dall’ex consigliere Luigi La Civita. L’illuminazione interna del parcheggio si spegne intorno alle 23, costringendo i passati a ricorrere alle torce personali. Per non parlare delle scale usate come orinatoio pubblico e dei muri imbrattati. “Al lungo elenco aggiungiamo anche l’inciviltà di chi usa i cestini del parcheggio come cassonetti, non volendo capire che nel centro storico è già attiva la raccolta differenziata”- rincarano alcuni cittadini che alle autorità competenti chiedono più attenzione e ai sulmonesi rispetto ed educazione, due elementi che aiuterebbero non poco ad abbattere l’inciviltà.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento