banner
banner
banner

SULMONA – Due “colpi” messi a segno e un altro tentato. È questo il bilancio della nuova ondata di furti in città che non configura uno stato di allarme sociale, come confermano gli addetti ai lavori, ma sicuramente un’allerta soprattutto per le uscite fuori porta e per il periodo di festività natalizie tuttora in corso. I tre episodi, finiti sotto la lente delle forze dell’ordine, si sono verificati nella prima serata di Santo Stefano, tra le 18 e le 20. I ladri acrobati hanno asportato monili d’oro in due abitazioni, approfittando dell’assenza dei proprietari, riuscendo a racimolare migliaia di euro. È ancora in corso la conta dei danni e dell’ammanco. Sul posto, per i rilievi di rito, è intervenuta la Polizia Scientifica. Gli operatori del Commissariato Ps di Sulmona stanno procedendo ad acquisire i filmati delle telecamere di videosorveglianza private per ricavare indizi utili all’attività investigativa. I malviventi volevano fare terno, per rimanere in tema natalizio, ma qualcosa è andato storto. In una palazzina del superbonus di viale Costanza sono stati messi in fuga dalla pattuglia dei Carabinieri, giunta sul posto su segnalazione degli inquilini dell’appartamento preso di mira dal momento che il sistema d’allarme era collegato con il telefono di questi ultimi. In tre sono quindi fuggiti dopo aver sfondato la finestra della cucina. Nel “duello” tra guardie e ladri hanno prevalso questa volta i militari. Saranno le indagini in corso ad accertare se i tre episodi hanno una matrice comune. Se sono o meno collegati. Certo è che nel periodo delle festività i furti in abitazione trovano sempre un terreno fertile. Per cui la prudenza non è mai troppa.

banner

Lascia un commento