banner
banner

SULMONA – Un’assunzione a sua insaputa. Il sindaco di Sulmona, Annamaria Casini, ascolterà le parti coinvolte nel caso dell’assunzione della moglie di un assessore della sua giunta, in una cooperativa che presta servizio al Comune. Il caso è stato sollevato nei giorni scorsi dai dirigenti del circolo cittadino del Pd ed ora il sindaco, che dichiara di non essere a conoscenza dei fatti, ha chiesto alle parti “urgenti chiarimenti circostanziati al fine di far luce sulla vicenda e consentire alla sottoscritta di avere un quadro completo e attendibile”. Si percepisce quindi un certo imbarazzo dalle parole della Casini per una vicenda che il Pd vuole chiarire a tutti i costi. Da quanto si è appreso la moglie dell’assessore è stata assunta con contratto a tempo determinato, con decorrenza 22 luglio fino al 31 dicembre, dopo un periodo di formazione per essere poi affiancata ad uno dei servizi. Per i locali dem si tratta di “un atto politicamente, e non solo, talmente grave che è superfluo persino commentarlo”. Da qui la decisione del sindaco di convocare la parti anche se certe dinamiche non dovrebbero venire fuori da un partito o dagli organi d’informazione. (a.d’.a.)

banner

Lascia un commento