banner
banner

SULMONA – Rubinetti a secco per lavori improrogabili di riparazione dell’acquedotto Gizio ma l’autonomia del serbatoio ridurrà al minimo tutti i disagi. Lo rimarca la Saca dopo la comunicazione sulla sospensione dell’erogazione idrica, prevista per il giorno di martedì 30 maggio, dalle 9 alle 7, su tutto il territorio comunale di Sulmona, Pratola Peligna, Roccacasale, Corfinio, Raiano e Vittorito. Nel Comune di Pettorano sul Gizio, invece, saranno interessate esclusivamente le località di Vallelarga, Mastroiacovo, Marciano oltre a via Cavate di Pettorano, via Vallone, via del Campo, via Albanese, contrada Conca e strade limitrofe. L’erogazione idrica sarà sospesa alle nove per consentire agli utenti di raggiungere le sedi di studio e di lavoro senza alcun disagio. Il serbatoio dei comuni interessati- fanno sapere dalla partecipata- garantisce un’autonomia di almeno tre ore. Ne consegue che le scuole, da dove nel pomeriggio è stata invocata la sospensione delle attività, non saranno esposte a grosse problematiche. Più che un provvedimento si richiede parsimonia nell’uso dell’acqua anche nelle tre ore di “autogestione”. Stesso discorso per le strutture sanitarie, soprattutto l’ospedale che si sta attrezzando per gestire la situazione. A patire più di chiunque altro sarà la zona industriale, sconnessa con il serbatoio, ma la Saca assicura che farà di tutto per ridurlo al minimo e per accelerare gli interventi al fine di ripristinare l’erogazione il prima possibile.

Lascia un commento