banner
img-20211220-wa0059

SULMONA – Sta indagando la Procura della Repubblica di Sulmona sui lavori eseguiti nel 2017 lungo il viale della stazione che hanno riguardato il rifacimento del manto stradale e della rete fognaria. Dal terzo piano di Palazzo Capograssi hanno notificato quattro avvisi di chiusura delle indagini preliminari, di cui due riguardanti l’allora amministratore unico, Luigi Di Loreto e il componente del seggio di gara, Salvatore Zavarella. L’inchiesta mira ad accertare eventuali irregolarità nelle procedure adottate. I reati contestati sono turbativa d’asta e falso. Secondo la Procura quell’appalto da 350 mila euro venne affidato ad una ditta che si era classificata seconda dietro specifiche direttive. Una tesi diversa da parte della difesa secondo la quale si sarebbe trattato di un mero errore materiale. Ulteriori particolari nell’edizione di Onda Tg(a.d’a.)

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Per continuare ad utilizzare il sito bisogna consentire i cookie maggiori info

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close