banner
banner

ACCIANO. Saranno accolti nel Comune di Acciano i primi partecipanti al progetto “NEO 2024 abitare la Valle Subequana” progetto sul ‘neopopolamento’ della Fondazione etica Hubruzzo. Il Comune di Acciano, insieme ad altri sei Comuni della Valle Sunequana, Gagliano Aterno, Castel di Ieri, Secinaro, Goriano Sicoli, Molina Aterno e Castelvecchio Subequo, ha messo a disposizione alcuni immobili per ospitare i partecipanti di questa terza edizione del progetto. “La principale emergenza che oggi dobbiamo affrontare è la crisi demografica che investe le aree interne. Per questo – dichiara il sindaco di Acciano, Fabio Camilli – abbiamo deciso di far diventare il nostro Comune parte attiva nel progetto nato per contrastare la dinamica dello spopolamento, per sperimentare nuove pratiche dell’abitare e per co-costruire visioni di futuro a servizio delle comunità locali. Obiettivi ambiziosi ma realizzabili come dimostra quanto accaduto nelle precedenti edizioni di NEO”. Il riferimento è al Comune di Gagliano Aterno dove negli ultimi anni sono arrivati nuovi residenti grazie all’ospitalità della comunità locale e alle iniziative promosse dalla Fondazione Hubruzzo e dall’Associazione MIM – Montagne in Movimento che, insieme alla Fondazione Openpolis ed all’Ufficio Speciale per la Ricostruzione dei Comuni del Cratere, sono partners del progetto NEO.

Lascia un commento