banner
banner

SULMONA – “L’unità e il rinnovo della forza comunitaria è la nostra stella popolare”. E’ questo il messaggio che arriva dal Polo Scientifico-Tecnologico “E.Fermi” nel corso della storica cerimonia di inaugurazione del nuovo anno scolastico svoltasi questa mattina nel piazzale del liceo di viale Togliatti. Tutti distanti per rispettare le norme anti contagio, con tanto di segnaletica indicata, ma uniti nello spirito della collaborazione per una scuola a passo con i tempi, pronta ad affrontare l’anno delle sfide, ovvero il percorso di studi in piena emergenza. La cerimonia, prima del rito dell’omaggio alla bandiera, ha visto come al solito il giuramento di studenti, genitori e insegnanti rappresentati rispettivamente da Francesco Lucente, Enrico D’Amato e Maria Moncada. “Il modello della nostra scuola è come quello della Danimarca, ovvero una nazione che è egregiamente riuscita a far funzionare le scuole in un momento di grande criticità”- ha esordito il Dirigente scolastico, Massimo Di Paolo, che ha rimarcato anche l’impegno e la presenza delle istituzioni nell’emergenza, chiedendo agli studenti di saper vivere i cambiamenti nonostante le difficoltà. Poi il riferimento ai corsi appetibili dell’Iti, alla didattica che prepara al mondo del lavoro e ai percorsi “antichi e storici” del De Nino-Morandi che secondo il preside devono essere innovati e salvaguardati. Alla cerimonia erano presenti tra gli altri il consigliere provinciale, Andrea Ramunno e l’assessore comunale Manuela Cozzi.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento