banner
banner

Nuovi agenti e trasferimento dei collaboratori di giustizia, docce calde, ristrutturazione e chiusura dei reparti verde e blu, apertura a breve del nuovo padiglione. Sono questi gli interventi ai nastri di partenza per il carcere di massima sicurezza di Sulmona. Finalmente, dopo anni di doglianze, alcune esigenze di detenuti e operatori potrebbero essere assecondate, con tempi e modalità ancora da definire. Ad annunciare la nuova stagione è Mauro Nardella della Uil. Certo il disagio legato agli organici è reale e foriero di forti malumori. Tuttavia stante le dinamiche amministrative che si stanno predisponendo e che la Uil ha concorso in maniera determinante a far si che si implementassero – scrive il sindacalista Mauro Nardella – potremmo dire che con 10 agenti in più, con la chiusura temporanea dei due reparti non più regolamentari e  la promessa, una volta ultimati i lavori di riattazione dei vecchi padiglioni, dell’invio di ulteriori 40 unità di polizia in più  per l’apertura del nuovo padiglione, il futuro del carcere di Sulmona potrebbe non essere più così nero come lo sarebbe qualora non si desse seguito a tutto ciò”.

banner

Lascia un commento