banner
banner
banner

POPOLI – Doveva rientrare a Sulmona entro le ore 15 di ieri, dopo aver ottenuto il permesso di recarsi nel capoluogo di regione per le cure e i trattamenti, ma le forze dell’ordine lo hanno trovato sul territorio comunale di Popoli in stato semi confusionale. Per M.D.R., 56 enne di Sulmona, è scattato l’arresto per evasione, per aver violato cioè la misura della detenzione domiciliare alla quale era sottoposto per scontare la pena definitiva di alcuni reati. L’episodio risale alla giornata di ieri. Il 56 enne ha avuto il permesso di allontanarsi dal proprio domicilio per la visita medica, fino alle ore 15 del pomeriggio, orario che non è stato rispettato. L’uomo, che avrebbe dichiarato ai militari di aver perso l’autobus, è stato rinvenuto in stato semi confusionale sul territorio comunale di Popoli dai Carabinieri che lo hanno arrestato. Questa mattina il Tribunale di Pescara ha convalidato l’arresto in flagranza di reato eseguito dai Carabinieri e ha rinviato gli atti alla Procura della Repubblica di Sulmona per competenza e le opportune valutazioni. Stando a quanto si è appreso il 56 enne, difeso dall’avvocato Stefano Michelangelo, avrebbe dichiarato di aver perso il bus e di aver preso il mezzo sbagliato che lo avrebbe condotto a Bussi sul Tirino. Poi si sarebbe recato a piedi fino a Popoli dove è stato fermato dai Carabinieri in stato semi confusionale. Sono quindi scattati i controlli di rito tramite la banca dati ed è stata fatta l’amara scoperta. Per M.D.R. sono scattate le manette. Dopo la convalida dell’arresto l’uomo si trova ora nella sua abitazione in detenzione domiciliare.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento