banner
banner

SULMONA. La provincia dell’Aquila ha dato il via libera, con apposita determina, allo svolgimento delle indagini strutturali sul ponte della strada provinciale 51, direzione Zappannotte. L’infrastruttura, che si trova sul territorio comunale di Sulmona, versa in condizioni di degrado tra manto stradale rovinato, buche, perdite d’acqua, parapetti lesionati e pericolanti. Una situazione più volte segnalata dai residenti della zona e dai conducenti dei mezzi pesanti che transitano con evidenti difficoltà. Per questo la provincia ha deciso di svolgere le indagini. Tutto fermo, invece, sul ponte Capograssi di Sulmona. “La situazione purtroppo si è bloccata a livello delle indagini sul manufatto, che richiedono più fondi di quelli già stanziati. Stiamo valutando come poter sbloccare il tutto e poi, una volta ottenuti i risultati, di affidare ad uno studio di ingegneria la verifica di vulnerabilità sismica”- spiega l’assessore comunale ai lavori pubblici, Ilenia Rico, ricordando che il monitoraggio dei ponti è stato inserito nel piano triennale. Il recupero del progetto originario era stato chiesto ad ottobre del 2021 dalla Spin Off, la società incaricata per le verifiche già nel 2019, con atto di indirizzo da parte degli uffici di Palazzo. Per le operazioni erano stati stanziati circa 6500 euro che erano risultati insufficienti per un’indagine completa. Le prime sommarie verifiche hanno accertato la risposta statica dell’impalcato in termini di confronto, in campo elastico, con i carichi di esercizio imposti nel periodo di prima costruzione, misurando le inflessioni all’intradosso nelle zone a maggiore sollecitazione. Ma servono nuovi esami

Lascia un commento