banner
tampone-covid

SULMONA – In quell’elenco ci è finito per sbaglio perché al tampone molecolare è risultato negativo tant’è che, quando ha ricevuto la chiamata dal servizio rifiuti, è rimasto letteralmente sorpreso. Il curioso episodio riguarda un giovane residente a Pratola Peligna che ieri è stato inserito nel bollettino dei nuovi positivi a sua insaputa. Solo in tarda serata si è scoperto che si è trattato probabilmente di un errore materiale nel caricamento dei dati in piattaforma, da parte del laboratorio di Pescara dove è stato svolto il tampone.  Sul caso sono in corso i dovuti accertamenti da parte degli organi interessati. Il giovane ha comunque tirato un respiro di sollievo per il fatto di essere positivo solo per errore. Negativo in poche parole. Un episodio che non stravolge il quadro epidemiologico in continua evoluzione per via della variante del virus che galoppa. Dopo i 16 contagi di ieri oggi la Asl ha tracciato nel Centro Abruzzo altri 36 positivi con i fronti Covid che si allargano in alcuni punti e si aprono in altri. I nuovi casi sono stati accertati 8 a Castel Di Sangro, 5 Ateleta, 5 Pescocostanzo, 4 Prezza, 2 Campo di Giove, 2 Rivisondoli, 2 Pratola Peligna, 2 Introdacqua, 2 Scontrone, 1 Raiano, 1Vittorito, 1 Roccaraso. Va aggiunta un’altra positività scoperta in ospedale, ovvero un 67 enne di Prezza che è risultato positivo al tampone e alla Tac svolta dai sanitari. Dopo la diagnosi da polmonite Covid si è resa necessaria una consulenza in rianimazione prima di decidere la collocazione del paziente. L’uomo quindi resta in osservazione. Un fronte quello di Prezza che comincia ad essere osservato speciale al pari di Pescocostanzo ed altri centri. Nel comune peligno è stata attivata anche una quarantena nella scuola primaria dopo la positività riscontrata su un minore per via del tracciamento a ritroso. Sulmona esce indenne dal giro anche se i potenziali focolai legati agli ultimi positivi non fanno dormire sonni tranquilli e il rispetto delle misure anti contagio diventa fondamentale a fronte della circolazione della variante Covid. Sta procedendo la campagna vaccinale non senza intoppi di carattere tecnico che vanno al di là degli sforzi della Asl. Questo pomeriggio infatti il Palasport dell’Incoronata è rimasto letteralmente al gelo con ovvie difficoltà per operatori e utenti over 80, una categoria fragile che non può ritrovarsi di fronte tali situazioni. Una donna peraltro è stata colta anche da un lieve malore non dovuto al vaccino. Dagli accertamenti sembrerebbe che gli impianti siano stati spenti alle 17,45 a fronte delle vaccinazioni che vanno avanti fino alle 18.45. Il caso è stato segnalato al Comune per evitare il ripetersi di tali disagi. Se il vaccino serve per evitare il Covid, un ambiente poco riscaldato potrebbe esporre comunque a un rischio questa fascia di utenti che va, al contrario, salvaguardata.
Andrea D’Aurelio

MAPPA ATTUALI POSITIVI
Ateleta 82, Sulmona 77, Castel Di Sangro 48, Pratola Peligna 40, Roccaraso 21, Castelvecchio Subequo 17, Campo Di Giove 14, Corfinio 13, Raiano 10, Prezza 10, Scontrone 10, Introdacqua 8, Pescocostanzo 8, Rivisondoli 6, Pettorano sul Gizio 5, Roccacasale 4, Vittorito 4, Barrea 3, 2 Goriano Sicoli, 1 Secinaro, 1 Gagliano Aterno

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Per continuare ad utilizzare il sito bisogna consentire i cookie maggiori info

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close