banner
banner

Farmaci e presidi sanitari a singhiozzo nel presidio ospedaliero di Tagliacozzo. A denunciare la situazione è il segretario provinciale della Uil Fpl Antonio Ginnetti che fa appello alla dirigenza della Asl n°1 Avezzano-Sulmona-L’Aquila affinché possa essere ripristinato prima possibile un servizio di fornitura efficiente. “L’operatrice della Croce Rossa che garantiva 5 volte a settimana la fornitura di farmaci, di presidi e di ferri chirurgici sterilizzati è stata impiegata altrove – spiega Ginnetti – Il servizio, nel tempo, è diventato sempre più scostante e saltuario. Una situazione che, evidentemente, non può più andare avanti così, in un ospedale già fortemente ridimensionato dal piano sanitario regionale e che rischia di essere ulteriormente depauperato”. “Problematiche rilevanti ci sono anche per il reparto di Riabilitazione Neuromotoria, dove da tempo, ormai, manca la figura importantissima del caposala e dove il personale, al momento, è costretto ad autogestirsi – aggiunge Ginnetti – Chiediamo, per queste ragioni, un rapido intervento dell’azienda sanitaria per porre riparo a queste problematiche di un presidio che quotidianamente garantisce assistenza a moltissimi pazienti”.

Lascia un commento