banner
banner
banner

SULMONA – “Nessuna dichiarazione deve essere resa al Comune, ai sensi dell’articolo 78 comma 3 del Tuel, trattandosi di norma comportamentale”. Lo ha messo nero su bianco il Vice Segretario Generale, Filomena Sorrentino, rispondendo nei giorni scorsi all’istanza di accesso agli atti depositata da quattro consiglieri di minoranza sulla presunta incompatibilità degli assessori, Franco Casciani e Catia Di Nisio. “Si rappresenta che il citato articolo (tuel, ndr) ‘doveri e condizioni giuridiche’ fa riferimento a norme comportamentali che gli amministratori in ragione al ruolo istituzionale sono tenuti ad assumere”- si legge nella risposta del Comune- ” in particolare il comma 3 prevede un obbligo di astensione da parte dei componenti la Giunta in materia di urbanistica, di edilizia e di lavori pubblici, nell’esercizio della loro attività professionali sugli stessi ambiti, e limitatamente al territorio da essi amministrato. La disposizione, come chiarito nel parere del 25 febbraio 2004 del Ministero dell’Interno, non indica quindi una causa di incompatibilità. La ratio, come indicato dall’Anac nella deliberazione 14 dicembre 2016, è prevedere un obbligo di astensione nei confronti dei membri delle giunte”. Per cui nessuna dichiarazione deve essere resa al Comune.

banner

Lascia un commento