banner
banner

SULMONA – E’ tutto pronto o quasi per la cerimonia d’insediamento del Consiglio regionale dell’era Marsilio. L’insediamento della nuova assemblea è previsto per il prossimo 12 marzo mentre vanno avanti le trattative per la formazione dell’esecutivo. Al momento non è stata ancora trovata una quadra anche se la Lega, stando alle ultime indiscrezioni, potrebbe cedere un assessorato o la Presidenza del Consiglio regionale per dare rappresentanza anche a Forza Italia, Fratelli d’Italia e Azione Politica. Con tre assessori alla Lega, ne sarebbe previsto uno a ciascuno per Fdi, Azione politica e Forza Italia e con il sottosegretario della presidenza della giunta ancora a Fdi e la presidenza dell’assemblea alla Lega. Con quattro assessori cambierebbe l’assetto. Ma le prossime 48 ore saranno decisive. Bisogna chiudere la partita in fretta anche in vista della cerimonia d’insediamento programmata per il 12 marzo. Secondo statuto, il Consiglio regionale tiene la sua prima seduta a L’Aquila tra il 10° e il 20° giorno dalla proclamazione dell’ultimo degli eletti, su convocazione del consigliere anziano, il quale vi provvede almeno cinque giorni prima della data fissata per la seduta. Quello che si sta per insediare è il Consiglio regionale che avrà due rappresentanti territoriali. La prima già proclamata eletta. Si tratta del sindaco di Prezza Marianna Scoccia che entra in quota Udc con le sue 5257 preferenze incassate. La seconda sarà la sulmonese Antonietta La Porta che, in forza della nuova legge, sarà proclamata dopo l’ingresso in Giunta dei tre consiglieri della Lega ( tra cui il primo Imprudente eletto in provincia dell’Aquila). Se non quattro. Dipenderà da come si chiuderanno le trattative.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento