banner
banner

Ammonta a 1,1 milioni di euro il bilancio di previsione 2023 dell’Autorità regionale per la gestione integrale dei rifiuti – Agir – approvato ieri all’unanimità dei partecipanti, pari al 47,5% dei Comuni aventi diritto di voto (espresso in quote ripartite in base alla superficie e alla popolazione dei comuni), nel corso della riunione dei sindaci che si è svolta in videoconferenza.

“Un traguardo molto significativo, mai raggiunto in passato con così largo anticipo, che consente di programmare le attività di un organismo strategico per le nostre comunità”, dichiara in una nota il presidente dell’Assemblea dei sindaci Agir e primo cittadino dell’Aquila, Pierluigi Biondi.  

“Agir ha già dato prova della sua valenza per i territori con azioni rilevanti – è in corso la prima gara ‘ponte’ destinata ad individuare il gestore di rifiuti per un Comune importante come quello di Pratola Peligna – e potrà adesso proseguire nelle sue funzioni che sovrintendono all’erogazione di un servizio essenziale. Il mio ringraziamento va a quanti hanno contribuito al raggiungimento di questo obiettivo, dai sindaci ai componenti del Consiglio direttivo, che già a dicembre ha dato il via libera allo strumento finanziario e le cui funzioni e competenze auspico possano essere ulteriormente ampliate per snellire le attività dell’Assemblea”.

Il presidente del Consiglio direttivo Agir e sindaco di Paglieta, Ernesto Graziani, aggiunge: “Esprimo grande soddisfazione per il risultato, frutto di un lavoro collettivo che fornisce un contributo decisivo all’avvio delle iniziative dell’Agir che può contare sulla figura di un direttore generale solo da pochi mesi ma che ha già dato prova della sua preparazione e competenza. L’obiettivo è adesso quello di perfezionare ulteriormente il funzionamento e l’organizzazione dell’Autorità che il Consiglio direttivo continuerà a supportare per garantire una sempre maggiore efficienza dei servizi al cittadino”.

Il direttore generale Agir, Luca Zaccagnini, sottolinea: “L’approvazione del bilancio consentirà all’Autorità di dotarsi di strutture tecnico-amministrative per lo svolgimento di operazioni che fino ad oggi sono state portate avanti grazie al gruppo di lavoro istituito dal Comune dell’Aquila, che ringrazio. Molti sono gli obiettivi all’orizzonte, a partire da quello della realizzazione di un Piano d’ambito regionale con il quale sarà possibile procedere ad una gestione unitaria dei servizi e pianificare interventi infrastrutturali in grado di efficientare e chiudere il ciclo dei rifiuti”.

Il Consiglio direttivo è così composto: Ernesto Graziani, presidente; Gianfranco De Massis, sindaco di Elice; Antonio Di Santo, sindaco di Opi; Nazzareno Lucci, sindaco di Massa d’Albe; Carlo Masci, sindaco di Pescara; Giovanni Melchiorre, sindaco di Bellante; Filippo Paolini, sindaco di Lanciano.

banner

Lascia un commento