banner
banner
banner

SULMONA – “Purtroppo, se non per alcuni casi sporadici, la maggior parte degli edifici scolastici con indici di vulnerabilità tutt’altro che tranquillizzanti, sono tuttora aperti e funzionanti con un grave rischio per gli studenti, i docenti e il personale scolastico”. E’ quanto scrive il comitato civico Scuole sicure che ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Sulmona sulla situazione delle scuole cittadine, di proprietà del Comune di Sulmona e della Provincia dell’Aquila. Con tanto di tabelle al seguito che riportano l’entità dei finanziamenti, i componenti del comitato hanno chiesto al Procuratore capo Giuseppe Bellelli di avviare tutti gli accertamenti del caso per individuare eventuali responsabilità e verificare la correttezza delle procedure.
“Purtroppo si deve sottolineare che i finanziamenti sono stati assegnati al Comune di Sulmona nel lontano anno 2012 e che ancora oggi nessuno dei lavori di adeguamento/miglioramento è stato avviato”- fanno notare dal comitato- rimarcando che il gruppo- “da settembre 2016 fino a febbraio 2017 ha portato avanti, con molte difficoltà create dall’amministrazione comunale, attività di incontri per avere notizie in merito allo stato dell’arte dei procedimenti tecnici amministrativi delle diverse opere. Con nota del 17 febbraio 2017 il Comitato ha trasmesso al Comune di Sulmona un riepilogo puntuale dello stato di avanzamento dei procedimenti tecnici amministrativi propedeutici all’avvio dei lavori. Contestualmente alla consegna del riepilogo si è svolto un incontro con l’amministrazione in cui si è discusso entrando nel merito del lavoro e concordando un nuovo incontro per la valutazione dello stato di avanzamento dei procedimenti al 30 marzo scorso. Nonostante le ripetute richieste di incontro gli incontri successivi non sono stati resi possibili per indisponibilità dell’amministrazione comunale e dei suoi uffici preposti”- concludono dal comitato che ricorre in Procura per andare fino in fondo sulla questione scuole sicure.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento