banner
banner

SULMONA – “Sarebbe più opportuno che il mio partito riflettesse su un risultato certamente non positivo, in  ragione di un solo seggio conquistato grazie all’apparentamento, piuttosto che compiacersi a suon di “mi piace” su facebook, per una sentenza che non è nemmeno definitiva”. Arrivano le reazioni del consigliere comunale di Forza Italia Alessandro De Gennaro a proposito della sentenza del Tar che ha dato ragione all’avvocato Elisabetta Bianchi, già candidato sindaco del partito al primo turno delle scorse amministrative. “Prendo atto della sentenza del Tar Abruzzo pur non condividendola.  Se da un lato le sentenze non si contestano, è pur vero che si possono commentare”- esordisce De Gennaro-  “in tal senso continuo a credere che la commissione elettorale, quella che il 22 giugno scorso a Palazzo San Francesco mi aveva proclamato consigliere comunale, avesse ben interpretato la norma tenendo conto che il seggio l’ha ottenuto la nostra lista nel secondo turno con un altro candidato sindaco”.  “Ringrazio gli elettori che mi hanno sostenuto e tutti i candidati della nostra lista di Forza Italia che grazie al loro impegno e al loro consenso, seppur non eccessivo, tramite l’apparentamento, abbiamo potuto conquistare il seggio in consiglio”- chiosa De Gennaro. Sul da farsi il consigliere al momento non si sbottona. Alla domanda “cosa intende fare dopo la sentenza del Tar?”, il giovane esponente del partito risponde: “mi limito a rivolgere un grande in bocca al lupo a Elisabetta Bianchi, come lei fece con me quando sono stato eletto in Consiglio”.

 

Andrea D’Aurelio

 

Lascia un commento