banner
banner
banner

SULMONA – Il rinforzo per il reparto di oncologia dell’ospedale di Sulmona arriva dall’avviso di mobilità. Con deliberazione del Direttore Generale Roberto Testa,  numero 581 dello scorso 30 marzo, la Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila ha preso atto dei verbali della commissione giudicatrice, nominata per la valutazione delle domande riguardo l’avviso pubblico di mobilità regionale e interregionale, e ha espresso consenso per il trasferimento presso l’azienda sanitaria locale della dottoressa Tiziana Trapasso che è stata assegnata al reparto oncologico del nosocomio peligno. L’altro medico reclutato, la dottoressa Marianna Tudini, presterà servizio presso l’ospedale dell’Aquila. Si tratta di un risultato importante per la coordinatrice del Tribunale per i diritti del Malato, Catia Puglielli, che proprio nei giorni scorsi aveva chiesto dagli schermi della nostra emittente televisiva il potenziamento dell’organico per oncologia, un reparto che al tempo del Coronavirus aumenta la mole di lavoro, assorbendo anche la presa in carico degli utenti in cura presso i centri Covid. “Finalmente si conclude il percorso volto alla tutela dei malati oncologici”- sottolinea Puglielli”- “con due figure a tempo indeterminato abbiamo ora la garanzia dell’assistenza continuato degli utenti”. Il mese scorso il Tdm aveva chiamato i Carabineri per segnalare la momentanea interruzione di pubblico servizio, subito rientrato. Per oncologia, è proprio il caso di dirlo, si tratta di una sorta di “trapasso”, ovvero un passaggio verso una nuova fase.  E’ una dimostrazione di come il continuo impegno sul fronte della sanità porta alla risoluzione concreta delle problematiche. Il resto, per la tutela dell’utenza, non è così indispensabile.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento