banner
banner

MOLINA ATERNO – Undici giorni di lavoro senza tregua, tre mezzi impiegati dall’alto, decine di uomini sul fronte e appena quattro ettari bruciati. È questo il bilancio dell’incendio divampato lo scorso 9 agosto sulla montagna di Molina Aterno,  causato da un fulmine, in località piazza Clementina. Solo oggi gli addetti ai lavori hanno tirato un respiro di sollievo dopo aver aperto un varco per raggiungere la zona impervia colpita dalle fiamme. Si è arrivati a quasi duecento metri dall’incendio è si è riusciti a bagnare lo strato di lettiera. Il rogo non è stato dichiarato formalmente spento tant’è che domani ripartiranno le operazioni di bonifica ma gli operatori sono moderatamente ottimisti sul fatto che  si potrà presto smantellare, fermo restando l’incognita del vento. Oggi sono stati effettuati circa 50 lanci con canadair ed elicottero regionale Orso Bruno. Sono state inoltre impiegate circa 25 unità tra Vigili del Fuoco e volontari. Fu sera e fu mattina. Undicesimo giorno. È quasi fatta. Le fiamme hanno bruciato solo quattro ettari di montagne, contrariamente alle stime fatte in precedenza. Altri dieci ettari sono stYi dichiarati in stato di “pericolo”.

 

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com