banner
banner

SULMONA – La Camerata Musicale Sulmonese non promuove soltanto l’opera lirica tradizionale, i concerti sinfonici, il balletto, la musica da camera, il pop ed il jazz. La Camerata promuove tutto ciò che può essere definito spettacolo musicale e non v’è dubbio che l’operetta sia spettacolo musicale ed in particolare La Vedova Allegra, una delle operette più famosa, replicata nel tempo, centinaia, forse migliaia di volte.
Tra l’altro la Camerata presenta formazioni musicali e teatrali di professionisti, offrendo pertanto al suo competente pubblico solo spettacoli di alto livello.
La Vedova Allegra, musica di Franz Lehàr libretto di Victor Léon e Leo Stein, è stata rappresentata domenica scorsa a Sulmona nel teatro “Caniglia” presentata dalla Compagnia Italiana di Operette per la regia di Flavio Trevisan. La compagnia si è presentata sul palcoscenico sulmonese con un rispettabile cast di artisti, tutti bravi, ma per economia dell’articolo ci limitiamo a citare quelli che ricoprono i ruoli principali: Victor Carlo Vitale nei panni di Njegus l’intraprendente cancelliere, Silvia Santoro ha interpretato Hanna Glavary la ricchissima vedova, Claudio Pinto il Barone Mirko Zeta l’ambasciatore, Irene Geninatti Chiolero la baronessa Valencienne, Massimiliano Costantino il conte Danilo ha molto .
Il competente pubblico sulmonese ha molto gradito lo spettacolo sottolineando ogni scena, con convinti prolungati applausi.

Gaetano Trigilio

banner

Lascia un commento