banner
banner

SULMONA – 226mila euro per la lotta alla povertà spettante a 17 comuni peligni dell’Ambito sociale di cui è capofila Sulmona. La Conferenza dei sindaci nei giorni scorsi ha approvato il Piano degli interventi e dei servizi per il contrasto alla povertà in attuazione relativo all’annualità 2018. Il piano si rivolge prioritariamente ai beneficiari del Rei (Reddito di Inclusione) e del Reddito di Cittadinanza e prevede una serie di servizi tesi a contrastare la povertà: servizi domiciliari, supporto alla genitorialità, mediazione culturale. “E’ stata predisposta una programmazione con la quale si cercherà di contrastare le diseguaglianze determinate dalla povertà economica, educativa e sociale. Abbiamo voluto metterci a fianco dei genitori, per un sostegno nella loro azione educativa, e ricostruire assieme alle persone più povere le relazioni sociali” spiega l’assessore alle politiche sociali, Pierino Fasciani. “Sicuramente non possiamo che dirci favorevoli all’utilizzo di questi fondi per la definizione di servizi che riguardano i percettori di reddito di inclusione e reddito di cittadinanza, anche in considerazione del fatto che ne sono previsti altri per le annualità 2019 e 2020, che permetteranno di dare continuità ai servizi programmati” conclude Fasciani. Il documento, elaborato dell’Ufficio di Piano, contempla anche una breve descrizione di contesto e ha previsto il coinvolgimento anche di più soggetti sul territorio, non solo di tipo istituzionale, ma anche del Terzo Settore, al fine di fornire una risposta a bisogni specifici. Uno degli obiettivi del Piano, anche in adempimento alle priorità che lo stesso ministero ha indicato, sarà quello di potenziare il servizio di segretariato sociale, aumentando il numero delle assistenti sociali nel rispetto del rapporto “un assistente sociale ogni 5 mila abitanti”, riferita la situazione all’intero Ambito Sociale. (Red)

banner

Lascia un commento