banner
banner

SULMONA- Sottoscritto il primo contratto aziendale alla Spumador di Sulmona, per gli oltre cento dipendenti dello stabilimento dopo il riavvio, seguito al passaggio dalla Campari. I lavoratori riceveranno un premio di risultati di 500 euro, a cui si sommano ulteriori 100 euro, inseriti dalla Spumador sulla riduzione degli infortuni. Queste somme saranno tassate al 10% stante le attuali normative sui premi aziendali. E’ stata aumentata anche l’indennità di ciclo continuo e di flessibilità. “La firma dell’accordo nonostante la moratoria di un anno, definita in sede di rinnovo del contratto nazionale, è ulteriore motivo di soddisfazione” hanno sottolineato i sindacati Fai Cisl e Uila Uil, unitamente alle Rsu, commentando l’accordo raggiunto dopo diversi incontri con la dirigenza Spumador. “Siamo soddisfatti di aver partecipato a riavviare lo stabilimento e di aver firmato il primo accordo aziendale, molto merito va ai lavoratori che con la loro professionalità hanno permesso importanti risultati andando oltre le previsioni. Infatti se all’inizio l’obiettivo era di circa 60 unità lavorative, oggi sono state superate le 100 unità. Adesso sarà importante ottenere dalla Regione il via libera per l’avvio dell’imbottigliamento dell’acqua minerale che permetterà di recuperare la perdita di circa 80 milioni di lattine Campari”. Il contratto appena firmato avrà vigenza fino al 2019. (Red)

Lascia un commento