banner
banner

Sulla questione più volte trattata del Parco Velino Sirente si attivano anche cinquanta personaggi di rilievo del mondo scientifico e accademico raccogliendo l’invito del WWF e firmando l’appello direttamente al Governatore Marsilio e all’assessore Imprudente per annullare la loro proposta di riperimetrazione del parco.

“Un parco è un bene di tutti – scrive in testa all’appello Fulco Pratesi, presidente onorario del Wwf Italia e primo firmatario dell’appello- un patrimonio di tutti e come tale va pensato e difeso”.

Nella lunga lettera-appello i firmatari chiedono “che il Parco venga rilanciato, ricostituendo i suoi organi di gestione con le giuste competenze, potenziandone il personale, intraprendendo interlocuzioni positivi con i Comuni e gli operatori economici, dotandolo di moderni strumenti di gestione digitale, attribuendo spazio e possibilità di confronto ai portatori di interessi generali, al fine di renderlo un Ente proficuo e in grado di garantire la tutela del paesaggio e di chi lo abita”.

“Appare davvero sconcertante –continuano- che nonostante le proteste da più parti la Regione non si renda conto dell’idea scellerata messa in campo. Si continuano a progettare tagli del Parco (non è la prima volta e non è solo un’idea della attuale maggioranza) proprio mentre studi ed esperienze a ogni livello indicano le aree protette ben gestite come un sicuro volano per l’economia dei territori. Presidente, assessori e consiglieri regionali tutti ci riflettano, si ritiri la proposta di riduzione del perimetro del Parco (basata su motivazioni prive di qualsiasi fondamento scientifico) e si lavori invece a un programma di rilancio per dare nuova vita all’area protetta”.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com