banner
banner
banner

Sono trascorsi dieci giorni dall’inizio della crisi in Comune, ma nulla ancora si ricompone.

Intanto, il sindaco Biondi ha convocato la nuova seduta per il 28 luglio ma di nuovo online. Forse per evitare nuove bagarre in aula visto che nessuno è ancora pronto a lanciare soluzioni definitive. All’ordine del giorno la variazione di bilancio e il nuovo contratto di servizio della società partecipata Sed.

Il coordinatore regionale Luigi D’Eramo nei giorni scorsi aveva chiesto le dimissioni dell’assessore regionale Mauro Febbo poiché non sosterebbe, nelle amministrative di Chieti, il candidato della coalizione.

Tensioni che si riversano sull’Aquila in uno scontro tra Biondi, sindaco e coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia, e D’Eramo, coordinatore regionale della Lega.

Biondi aspetta che la Lega prenda le distanze dalle pesanti affermazioni di De Santis in Consiglio comunale-

Resta il fatto che la scelta di Biondi di tornare in assise online ha creato dubbi e malcontenti, vista da molti anche una mancanza di rispetto nei confronti dei cittadini che si vedono privati a partecipare alla “res pubblica”. La Lega dal suo canto,resta in silenzio: Ancora nessuna risposta dai vertici e dei rappresentanti locali del Carroccio.

Quel che è certo è che il sindaco Biondi per adesso è concentrato ad accogliere in città l’arrivo di Giorgia Meloni, che sarà nel capoluogo venerdi 31 luglio  per tracciare il bilancio delle attività di FdI in Abruzzo. “L’Abruzzo – spiega il coordinatore regionale di FdI, Etelwardo Sigismondi – sta diventando un modello di buone prassi e fortunatamente avremo molto da raccontare in quella sede. Giorgia Meloni aveva preso impegni con i nostri elettori e ci teneva a tornare”. Tra i temi sul tavolo, da quello dell’Abruzzo accessibile alla grande Pescara, ai trasporti ferroviari agli investimenti sui porti, l’edilizia pubblica, e l’attività svolta durante l’emergenza Covid che ha reso Marsilio tra i governatori più apprezzati. A questo si aggiunge l’attività svolta dai nostri amministratori, a partire dal sindaco Pierluigi Biondi e Umberto Di Primio“.

E sulle dichiarazioni di De Santis che hanno aperto la crisi afferma Sigismondi: “Per noi è stato un fulmine a ciel sereno anche perché i rapporti con la Lega sono buoni, però questo non giustifica certe dichiarazioni ingenerose. Stiamo aspettando chiarimenti a riguardo. Dimostriamo continuamente di credere in un centrodestra unito, facendo passi indietro importanti come quelli a Chieti e Avezzano, dove avevamo proposte valide, ma abbiamo preferito privilegiare l’unità della coalizione. Ce la stiamo mettendo tutta, ma vogliamo sapere se siamo gli unici a credere a quest’unità del centrodestra”.

 

banner

Lascia un commento