banner
banner

SULMONA – Al via banchetti, dibattiti e incontri formativi per spiegare le ragioni del no al referendum sulle modifiche apportate alla seconda parte della Costituzione Italiana dal disegno di legge Renzi-Boschi. E’ quanto propongono i grillini sulmonesi che lo scorso week end sono scesi in piazza per rendere edotti i cittadini della loro campagna informativa. “Si contesta nel metodo un disegno di legge costruito farraginosamente da un governo espressione di una maggioranza occasionale, peraltro priva di legittimazione sostanziale dopo che la Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità del Porcellum”- sostiene il portavoce Alessandro Tucci. “Il vero obiettivo di quella che giudicano una deformazione costituzionale”- aggiunge l’avvocato- “è spostare il baricentro del potere istituzionale a favore dell’esecutivo indebolendo il Parlamento e realizzando in maniera insidiosa la trasformazione della forma di Governo, con la compromissione irrimediabile dei delicati equilibri della Carta costituzionale”. Nelle prossime settimane il Movimento Cinque Stelle proseguirà la sua opera di sensibilizzazione per sostenere il fronte del no.

Andrea D’Aurelio

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com