banner
banner

Successo per Pazzi di Pizza al Mercato Centrale organizzata da Slow Food

Una serata dedicata alla pizza gourmet che ha visto all’opera a Mercato Centrale di Pratola Peligna, cinque dei più bravi pizzaioli d’Abruzzo che hanno preparato altrettante pizze, proponendo ognuno la propria specialità e in chiusura, tutti insieme, una pizza che hanno chiamato “Alleanza”, frutto delle loro conoscenze e abilità. Con loro il Birrificio Mezzo Passo di Popoli che ha proposto alcune delle birre artigianali prodotte nello stabilimento popolese, una ogni pizza proposta. Una formula che ha permesso di assaggiare sette birre comprese quelle premiate nelle principali competizioni internazionali come pure quelle inserite nella Guida alle Birre artigianali 2025 di Slow Food, appena presentata a Brescia.

Hanno partecipato alla serata, organizzata dalla condotta peligna Slow food, la Scarpetta di Venere di Campo di Giove, Ex Officine di Penne, Il Coccodrillo di Rocca S. Giovanni (CH) e Valle D’Angelo di Montebello di Bertona (PE). A queste pizzerie è stato chiesto di preparare pizze speciali che potessero contribuire alla campagna di sensibilizzazione sul ruolo e l’importanza delle materie prime di qualità (locali, sostenibili e di stagione), raccontando l’origine dei prodotti ed i produttori dai quali si riforniscono.

La pizzeria “il coccodrillo” ha preparato la pizza Venere con pomodorino giallo, basilico, fior di latte, pancetta pepata casereccia, peperone dolce di Altino e pecorino di Farindola. La “Venere” è stata abbinata alla birra “Casello 54”. La pizzeria Ex Officine di Penne ha proposto la pizza “Tavò” con fiordilatte, fagiolo tondino del Tavo, peperone dolce di Altino, guanciale amatriciano, abbinata con la birra Kris Pils, risultata la migliore nella categoria 1 Pils, birre leggere nel Beer&Food Attraction, l’importante evento che si svolge ogni anno a Rimini. La pizzeria “Valle d’Angelo”, ha invece preparato la pizza “Saturno” con fiordilatte, pomodoro a pera d’Abruzzo, cipolla stufata, pancetta schiacciata, pecorino di Farindola in doppia cottura. Una pizza che è stata abbinata con la birra Millican Extra, riconosciuta come miglior birra al mondo per il 2023 nel Brüssels Beer Challenge, uno dei concorsi internazionali più importanti del settore.

La pizzeria “La scarpetta di Venere” di Campo di Giove ha proposto la pizza “Rossella” con fiordilatte, canestrato di Castel del Monte, rucola, guanciale amatriciano dio Poggio Cancelli, miele dell’Appennino aquilano e noci. Vox Popoli, la birra abbinata. Ultima ad essere sfornata è stata la pizza di Mercato Centrale che la pizzaiola Giulia ha chiamato “Abbazia”. Ingredienti: Fiordilatte Terrantica, ricotta affumicata della Porta dei Parchi di Anversa degli Abruzzi, zolle di aglio rosso di Sulmona, ristretto di ratafià Presidium, olio evo dell’azienda Gianluca Zappa e mandorle tostate. Una pizza abbinata alla Red Stone.

Walter del birrificio Mezzo Passo e Giorgio Davini

In chiusura è stata proposta la Pizza dell’Alleanza preparata a dieci mani, per celebrare questo primo evento collettivo dell’Alleanza dei cuochi pizzaioli per i presidi Slow food  abbinata con la birra Beck Up. “Il progetto dell’Alleanza è nato nel 2009 ed anche se cuochi e pizzaioli hanno storie, cucine e profili molto differenti fra loro, condividono comunque l’impegno per la tutela della biodiversità agroalimentare, per la salvaguardia dei saperi gastronomici e delle culture locali”, hanno spiegato  il fiduciario della condotta Alfieri Di Girolamo e Giorgio Davini, storico associato dello Slow Food di Sulmona. “Questo evento segue il fortunato solco delle numerose iniziative di successo della Condotta Peligna con piatti preparati da più interpreti dell’arte della cucina come le passate edizioni di Osterie Peligne, Fuori menù e Passione Pizza, il primo evento dedicato a questa icona italiana”. Tante le persone intervenute a una manifestazione che è piaciuta e che sarà replicata con la stessa formula nelle varie pizzerie che hanno partecipato all’evento.

Lascia un commento