banner
banner
banner

La Giunta Regionale d’ Abruzzo ha ricevuto il premio per l’attivazione del Registro regionale dei tumori attraverso il quale sarà assicurato, tra l’altro, l’inserimento tempestivo, qualificato e sistematico dei dati nella Rete nazionale dei Registri dei tumori e dei sistemi di sorveglianza.

Si tratta di una iniziativa nell’ambito del Forum Istituzionale, organizzato dalla associazione Salute Donna e Salute Uomo Onlus, per il progetto “Salute, bene da difendere diritto da promuovere”

nato nel 2014 che si è svolto presso la sala Regina della Camera dei Deputati, in Piazza Montecitorio a Roma. All’evento hanno partecipato 43 Associazioni di volontariato che operano in campo oncologico nonché numerosi membri dell’Intergruppo parlamentare “Insieme per un impegno contro il cancro” al quale ha recentemente aderito anche il senatore Guido Quintino Liris, già assessore regionale al bilancio. Il Forum ha visto le associazioni di volontariato conferire i riconoscimenti del CANCER POLICY AWARD ai politici e alle istituzioni che si sono distinte per le iniziative avviate e realizzate al fine di migliore l’assistenza e la cura dei pazienti oncologici.

La Presidente della sezione aquilana di Salute Donna Onlus, Maria Rita Liaci e il responsabile Scientifico Laura Pizzorno, dirigente medico dell’unità operativa di senologia dell’ospedale San Salvatore di L’Aquila, hanno consegnato oggi al Presidente Marsilio il prestigioso riconoscimento nella sede regionale di Palazzo Silone a L’Aquila. Era presente in collegamento da Pescara anche l’Assessore alla Sanità dott.ssa Nicoletta Verì. L’occasione ha consentito all’associazione di farsi portavoce di esigenze condivise anche dalle altre regioni presenti al Forum, utili a indirizzare le politiche regionali. In tal senso, è stata sottolineata, in primis, l’urgenza che, su ogni tavolo politico nonché nell’interlocuzione con il competente Dipartimento della Presidenza del Consiglio Dei Ministri, i parlamentari abruzzesi si facciano portavoce della necessità di qualificare come investimenti finanziabili dalle risorse attribuite alle Regioni all’interno del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) anche le iniziative di ricerca in campo oncologico che non possono che avere valenza pluriennale. Si è, poi, rappresentata l’esigenza, raccolta da tutte le associazioni presenti al Forum, di istituzionalizzare all’interno delle strutture pubbliche e private finanziate dal Servizio sanitario regionale la figura dello psico oncologo la cui presenza va assicurata non solo nei relativi reparti ma anche a supporto dell’assistenza territoriale. Alla cerimonia a Roma era presente una rappresentanza della sezione aquilana di Salute Donna ONLUS, associazione di volontariato nata nel 1995 che, attraverso il lavoro degli associati e dei volontari distribuiti in 25 sedi nazionali e un importante lavoro istituzionale, promuove l’educazione alla salute nonché le attività di prevenzione delle malattie oncologiche, di sostegno ai pazienti oncologici nel percorso di cura, di supporto della ricerca scientifica e di tutela dei diritti dei pazienti.

banner

Lascia un commento