banner
banner
banner

Al ridotto del teatro comunale dell’Aquila una storica commedia in dialetto. Nel corso della prossima settimana, premiazione di Agesino 2023 e consegna del Palio, abbinati alla cartolina più significativa sulla ricostruzione.

“Sott’aju lettu non ce ne capono cchiù”, scritta da Rossana Crisi Villani, concluderà domani la 18esima edizione del festival ‘Il Pianeta Maldicenza”, la tradizione aquilana di Sant’Agnese interpretata non come basso pettegolezzo, ma come critica sincera e costruttiva.

Alle 17, al ridotto del Teatro comunale, la stessa Rossana Crisi Villani dirigerà il cast degli attori della compagnia “Il gruppo” dell’Aquila. L’ingresso è libero, fino ad esaurimento posti.

Personaggi ed interpreti:

LORETA la nonna Veronica BERNABEO

CLOTILDE la figlia Tiziana GIOIA

EVANDRO il genero Carmine RANTUCCI

LUCIANA la nipote Lorella VESPA

DANILUCCIA l’altra nipote Alice DI SABATINO

ROBERTO il fidanzato di Luciana Alberto VILLANI

ALBERICO il padre Roberto TERENZIANI

TROSOLINA la madre Rita PELLICCIONE

LUCIO lo zio Goffredo FIASCHETTI

Come già annunciato in sede di presentazione di questa edizione del festival, tornato quest’anno nella sua veste originaria, dopo due anni di pandemia, l’Agnesino 2023 “Ludovico Nardecchia” (con l’annesso Palio di Sant’Agnese alla Confraternita collegata) saranno abbinati all’artistica cartolina, con lo scatto d’autore vincitore del Concorso fotografico “Ricostruendo”, intitolato alla memoria di Amedeo Esposito.

Una volta che la giuria avrà terminato l’esame degli scatti concorrenti, il primo classificato sarà ‘trasformato’ in cartolina e, nel corso della prossima settimana (in prossimità del 21 gennaio, Sant’Agnese), si svolgerà la premiazione con la consegna dell’Agnesino e del Palio.

banner

Lascia un commento