banner
banner
banner

SULMONA – Per l’accesa discussione in carcere e per aver assunto un atteggiamento aggressivo nei confronti di un assistente capo di Polizia Penitenziaria D.P., 40 enne ergastolano parte della Sacra Corona Unita, è stato trasferito dal penitenziario di via Lamaccio. La richiesta era arrivata dal sindacalista Uil, Mauro Nardella, che dichiara chiuso lo stato di agitazione. Secondo Nardella l’ergastolano peraltro si era reso responsabile, oltre che dell’aggressione all’assistente capo, anche di maltrattamenti, insulti e minacce nei confronti di altri poliziotti penitenziari. Una condotta di continua e aperta violazione dell’ordinamento penitenziario, quella dell’ergastolano pugliese che ne ha reso indispensabile il trasferimento in altro luogo di detenzione. “Il soddisfacimento della richiesta avanzata dalla Uil di allontanamento del soggetto violento da un ambiente dove è preteso un equilibrio comportamentale consentirà a tutti, sia operatori penitenziari che detenuti, la possibilità di agire con la giusta tranquillità propedeutica al mantenimento del richiesto ordine che deve essere proprio di un carcere” sottolinea Nardella. Il Direttore del carcere, Sergio Romice, aveva ridimensionato la portata dell’evento.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento