banner
banner

SULMONA – Non solo un modo per celebrare i settanta anni del “Mito Italiano” ma anche un’occasione per sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema dell’autismo. Questo il senso del “Giro d’Italia in Vespa”, la carovana dei vespisti italiani che domani approda a Sulmona. Il giro dura un mese, dal 3 settembre al 2 ottobre, percorrendo una distanza di circa 7300 km lungo tutto lo stivale. Scopo principale dell’iniziativa denominata “Autismo sale in Vespa e in Vespa sulle orme di San Francesco” è quello di raccogliere fondi per l’Angsa (associazione nazionale genitori dei soggetti autistici) e l’associazione Sanguis Francisci che sta portando avanti progetto di messa in sicurezza dell’impianto elettrico della Chiesa di San Francesco d’Assisi a Castelvecchio Subequo. Una manifestazione che vuole celebrare anche il 70esimo anniversario della nascita della mitica vespa progettata dall’ingegnere popolese Corradino D’Ascanio e realizzata dalla Piaggio. Il gruppo di vespisti farà sosta prima a Roccaraso, dove ad attenderli ci saranno componenti del vespa club Sulmona per poi raggiungere insieme la città di Ovidio intorno alle 17.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento