banner
banner
banner

INTRODACQUA – “Giusta la decisione del sindaco di procedere alla chiusura delle scuole ma va trovata una rapida soluzione per tornare nella normalità”. Così le famiglie introdacquesi che ai microfoni di Onda Tg escono allo scoperto sulle condizioni dell’impianto del riscaldamento dell’incubatore, sede provvisoria che ospita gli studenti. La ditta, a due mesi dall’inizio dell’anno scolastico, non ha fornito il gas metano. Ne consegue che le aule della struttura sono fredde e il primo cittadino, a tutela della salute degli studenti, ha chiuso le scuole ad oltranza. “Abbiamo figli e nipoti che svolgono le lezioni nell’incubatore e la situazione non può andare avanti a lungo. Ci auguriamo che si arrivi presto a una soluzione”- incalzano i genitori di Introdacqua. Il Comune nel frattempo ha spedito tutti gli atti alla Prefettura.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento