banner
banner

SULMONA. Non era un’azione dolosa ma un guasto ai mezzi. È quanto venuto fuori nel corso degli accertamenti effettuati sull’incendio che, lo scorso 5 maggio, aveva interessato una Fiat Panda di proprietà della Asl 1 in via Gorizia. Il rogo si era sviluppato intorno alle tre. Circostanza che aveva subito spinto le indagini su una direzione, ovvero su un possibile atto incendiario. Tuttavia la relazione dei vigili del fuoco, finita sul tavolo di procura e carabinieri, non ha portato a rilevare elementi per sostenere l’ipotesi di un atto doloso. Nei giorni precedenti, è venuto fuori, altre due auto della Asl erano state interessate da un principio d’incendio per guasto meccanico. L’auto danneggiata dalle fiamme inoltre non aveva il marchio aziendale. Stando alle prime indagini, dietro all’incendio, non ci sarebbe alcuna mano. Vanno avanti invece gli accertamenti sugli atti vandalici dello scorso 9 marzo. Sette auto della Asl, che erano parcheggiate in una traversa di via Gorizia, erano state prese di mira con il danneggiamento degli pneumatici. Forse un dispetto alla base del gesto.

Lascia un commento