banner
banner
banner

SULMONA – “Mezzi obsoleti, malfunzionanti, malridotti, rumorosi, sporchi e maleodoranti, spesso pericolosi perché capita pure che le porte non si aprono”. Non usano mezzi termini i pendolari della Tua della tratta Sulmona-Avezzano che sono sul piede di guerra, all’indomani dell’aumento del 15% dei titoli di viaggio. La maggiorazione- spiegano i passeggeri- è scattata in seguito a una delibera della Giunta Regionale e si ripercuote sui singoli biglietti e sugli abbonamenti. I pendolari si dicono indignati per le condizioni dei mezzi su cui sono costretti a viaggiare. “Proprio nei giorni scorsi”- raccontano a Onda Tg- “ durante la corsa di ritorno delle 14:00, l’autobus ha avuto una delle tante avarie sul tratto autostradale, costringendo il recupero dei passeggeri con altro mezzo mandato da Sulmona e sotto la pioggia”. “Tutto questo non trova assolutamente giustificazione per tali aumenti ma più che altro sa di beffa, di una vera presa in giro”- tuonano i passeggeri- ormai esasperati per la vicenda.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento